Apprendimento Competenze

COME RIDARE VALORE ALL’APPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

Tradurre la strategia della tua azienda nei comportamenti delle persone
Parte II dell'intervista a Matteo Piselli, AD di HRC FundTraining.

Nella seconda parte dell’intervista che vede protagonista Matteo Piselli, amministratore delegato di HRC Fund Training, con un’esperienza pluridecennale come Responsabile delle Risorse Umane (Alcantara, Conbipel, Air One), cerchiamo di dare una risposta alla domanda “qual è l’importanza ed il valore che le aziende attribuiscono oggi alla formazione e perchè l’attività di Training Design rappresenta la chiave per il successo e la crescita dell’azienda?”.
Il punto di partenza della nostra riflessione è un paradosso.
Se da un lato, le imprese sembrano considerare come essenziale le attività di apprendimento per garantire l’aggiornamento costante dei propri dipedenti e mantenere alta la competitività dell’azienda nel proprio mercato di riferimento, nella maggior parte dei casi, la formazione si rivela essere proprio uno dei primi costi ad essere tagliato dal bilancio. A questo si aggiunge il fatto che, pur potendone usufruire, le imprese italiane non utilizzano l’incredibile opportunità rappresentata dai finanziamenti interprofessionali messi a disposizione dallo Stato per le attività di formazione interna. Secondo la legge 388/2000, la formazione finanziata assicura all’impresa la possibilità di offrire formazione continua e specializzata ai propri lavoratori dipendenti e, addirittura, alle figure che ricoprono ruoli dirigenziali, per accrescerne le competenze professionali e manageriali.
Come superare dunque, queste contraddizioni e permettere alle imprese di trarre, dagli investimenti formativi sostenuti, i massimi benefici possibili in termini di efficacia strategica e crescita economica, senza incidere sul proprio bilancio?
Per Matteo Piselli la soluzione sta nell’identificare, all’interno dell’azienda, una figura che, ricevuta a sua volta un’adeguata formazione, abbia gli strumenti per sensibilizzare i vertici aziendali sull’importanza di progettare interventi di apprendimento che traducano i KPI strategici in risultati concreti.
Quando mai è stato realizzato un corso sulla leadership – o sulla gestione del tempo o sulla gestione dei collaboratori – rispondendo prima alla domanda: “Cosa deve cambiare, come effetto di queste nuove competenze acquisite? Quali effetti potremo misurare concretamente?”. Questa mancanza di traduzione in vantaggi tangibili, ha sempre mantenuto la formazione all’interno di una bolla di sapone.
Viceversa, la capacità di connettere un piano formativo – o meglio di apprendimento organizzativo – a degli effetti specifici e strategici per l’azienda è la chiave per rivendicare per la formazione il ruolo prioritario che gli spetta nel sostenere la crescita dell’impresa ed accellerare i processi di vendita.
Ogni azienda può essere considerata una vera e propria macchina di produzione: per ottenere un prodotto finale perfetto è essenziale che tutti gli elementi siano al posto giusto, al momento giusto e operino nella maniera più efficace possibile. I dipendenti sono i responsabili del corretto funzionamento di questo delicato ingranaggio ed è per questo che, nell’epoca di grandi cambiamenti e trasformazioni socio-economiche che stiamo vivendo, l’acquisizione di nuove competenze si presenta come la chiave per superare e vincere le grandi sfide che l’azienda oggi si trova ad affrontare.
Dalla necessità di integrarsi nella complessità del contesto economico attuale, guidando la trasformazione in atto in maniera efficace; all’esigenza di sviluppare una cultura dell’inclusività che favorisca il coinvolgimento attivo e il senso di appartenenza di ogni persona; al bisogno di gestire il ricambio generazionale, integrando le esperienze differenti e facilitando il trasferimento delle competenze, al fine di valorizzare e proteggere i talenti delle risorse più strategiche per l’azienda: in tutto questo processo, è assolutamente fondamentale che chi svolge la funzione di HR Manager o Responsabile della Formazione all’interno delle aziende disponga a sua volta delle competenze necessarie per valorizzare, agli occhi delle figure dirigenziali, la ricaduta tangibile ed evidente che un intervento formativo adeguato può avere sulla crescita dell’azienda.

Author


Avatar